• info@toolsforculture.org

toolers

13548767_10209933652483523_1599907929_o

Andrea Amoroso (PhD) si occupa principalmente di poesia italiana del Novecento; frequenta veri poeti e si ostina a pubblicare libri di poesia che nessuno compra. Non ha composto la Grande Fuga né ha diretto Barry Lyndon, ma affoga i suoi dispiaceri nell’arte. Porta i capelli lunghi e pratica da poco la boxe popolare per vezzo. Negli ultimi tempi ha imparato la progettazione culturale, ma non se n’è nemmeno accorto.

E’ tra i fondatori di Z|S, una rivista sulle culture contemporanee.

federica_antonucci

Federica Antonucci è laureata in Economia a Roma e specializzata in Economia delle Arti a Venezia. Angosciata dalla realtà in bianco e nero, è convinta che il colore dell’arte sia il vero elisir di lunga vita. Girando per il mondo su una Vespa color smeraldo è alla continua ricerca di nuovi sapori e odori. Ama il giallo delle palline da tennis e il blu del mare d’inverno. Il suo sogno: passeggiare per Manhattan con Woody Allen.

ibollati2

Ilaria Bollati è architetto nella forma mentis ma non di fatto. Ossessionata dal timore della monotonia, curiosa per natura, osserva e coglie i più sottili dettagli. Ora dottoranda, cerca in tutti i modi di contaminare la ricerca con il fare e l’economia della cultura con il design. Produce mostre, mangia libri, gioca con la grafica, adora viaggiare e metabolizza scrivendo. Attratta dagli ‘innesti’, si cimenta a ‘coltivare’ il sistema culturale.

laura_fattorini

Laura Fattorini si è laureata in Filosofia a Milano e ha studiato Arts Management a Firenze e a Roma. Come Dostoevskij, crede in una Bellezza capace di salvare il mondo e insegue così il suo ideale ispirandosi a Niki de Saint Phalle. Accumulatrice di libri e appassionata di pittura e di fotografia, è convinta che si debba scoprire almeno una cosa nuova al giorno.

2016-07-29-PHOTO-00000138

Anna Leonelli, ricercatrice per vocazione, è in attesa di diventare dottoranda. Laureata in Economia (Milano), Master in Science (Finanza, Parigi), costruisce progetti per l’arte, esplora le culture della cucina e il sistema della ristorazione. Osserva il mondo con l’estetica di Francis Bacon, e come lui non cerca di dire ma di fare qualcosa. In giro con uno zaino da trekking come una moderna Mary Poppins, risolve problemi come Mr. Wolf.

IMG_4359

Valeria Morea, laureata in Economia a Roma e specializzata in Economia delle Arti a Venezia, è dottoranda in Architettura e Territorio sullo Stretto di Messina. Ama imparare, scrivere, leggere, ballare. Non ha molto senso dell’orientamento e si distrae a guardare i colori dell’orizzonte e i balconi dei palazzi. E’ convinta che (quasi) tutto, nella vita, sia cultura e questa le sembra una buona giustificazione per non dire mai di no.

paoloPelino

Paolo Pelino è dottore commercialista di giorno, musicista e bridgista di notte. Cerca costantemente di conciliare le esigenze concrete della vita, come ad esempio lavorare, con quelle finalizzate all’evoluzione dello spirito e della mente. Ha frequentato spesso Bruxelles per apprendere direttamente alla fonte i segreti per meglio utilizzare i fondi comunitari destinati alla cultura. Somiglia a un caterpillar: se parte non lo fermi più.

annar

Annarita Renda ha studiato statistica, ha un Master in Management dei Beni e delle Attività Culturali a Venezia e Parigi ed è dottoranda in economia. Soffre d’insonnia da quando era adolescente e si cura con le statistiche che dicono: chi dorme poco vive più a lungo. Pensa che il primo contatto con un’opera d’arte sia uno shock sensoriale, per questo ama Anish Kapoor e Francesca Woodman. Cucina magistralmente il brasato al barolo.

mt no

Michele Trimarchi (PhD) ha studiato diritto, economia e musica. Insegna Economia della Cultura, progetta strategie per l’arte e la cultura affrontando le questioni di fondo al di fuori dei format convenzionali. Crede nelle sinergie intergenerazionali, è convinto che la cultura – come tutte le cose ‘inutili’ – sia indispensabile. Appassionato d’opera, ascolta (e canta) Mozart, legge Jane Austen e Tomasi di Lampedusa, si comporta come Forrest Gump.